giovedì 29 aprile 2010

GET SEXY!



Già reduce del record ottenuto per “Fell for the enemy” come video più visto dell’anno su Qoob, centinaia di migliaia di visualizzazioni su youtube, e le ottime recensioni da parte del TG1, Corriere della Sera, Vanity Fair e Radio2, la web star italiana propone il nuovo progetto scritto e co-prodotto con il duo americano Mike&Scott.

Sul sito dell'Osvalda è partito il count down per l'uscita del suo ultimo lavoro "Get Sexy", che sarà disponibile in tutti gli store digitali.
Più volte mi sono chiesto chi fosse il pazzo produttore; ma non avrei scommesso che la cosa sarebbe andata avanti per molto, dopo Work that body, ed un piuttosto elaborato e raffinato video "fell for the enemy", ed invece sono qui a ricredermi ancora una volta vedendo la foto trash del suo sito:


Occhiali rivisitati in stile Lady Gaga, giacchetta sul petto nudo e boxer.
Che poi se non fosse sta gran poracciona, io non lo reputerei nemmeno troppo malvaggio, o forse è solo il neurone dell'attrazione per la pelle glabra che parla.

Ad ogni modo queste le parole dell'artista:

Il mio obbiettivo è dare al pubblico con la mia musica l’occasione per lasciarsi andare e divertirsi (leggasi lasciarsi sbattere, e sbattersi). Get Sexy è nata per questo motivo (fà la poraccia). Il testo che avevo ricevuto inizialmente non mi convinceva così ho provato a riscriverlo a modo mio. E’ un progetto nuovo e che mi appartiene completamente. Abbiamo lavorato moltissimo e sono davvero contento di questo lavoro. Non vedo l’ora di andare in tour e condividerlo con la gente

Aho io non c'avrei scommeso mezzo centesimo eppure a qualcuno deve piacere, altrimenti non si spiega sto "successo".

Ale!

mercoledì 28 aprile 2010

Lost - Post (ah!daquant'èchenonnefacevouno?)

Senza dire troppo su Lost e quello che significa per me, accenno solo a quello che forse dirò in modo più esteso in un post celebrativo quando finirà la serie fra un mesetto.

Gli ultimi anni potevano essere divisi in 2 periodi dell'anno.

Quello in cui aspettavi la successiva serie di Lost e pensavi e ripensavi alla scena finale dell'ultima stagione.

E quello in cui la settimana aveva un giorno speciale ,in cui poteva succedere qualsiasi cosa, ma la mattina ti svegliavi dicendo "almeno stasera c'è Lost"!

Per lo meno, io l'ho vissuta così :)

Al di là di questo, oggi c'è una piccola pausa di una settimana nella programmazione di Lost, e io già sento che la giornata è più vuota senza questa "expectation".

Per lo meno so che ci sono altre 4 settimane in compagnia di Lost e mi consolo un pò.

Ma che farò dopo?

Già lo so...



PS: Vorrei tanto fare un breve video su Lost, ma penso che non ne avrò mai il tempo.

E allora che lo dici a fare?

ZITTO TU!

No, TU zitto!

No, TU! nO! zITto! ZITTI ZITTI

STATE TUTTI ZITTI!


...

Anzi NO!

Ditemi un pò chi di voi segue Lost, o chi ha iniziato, chi sta a metà, ecc, che son curioso va!


Lolò

Io preferisco lui!!!



I tempi gloriosi sono decisamente finiti, per l'autrice della canzone Whitney Houston.
E' da quando si parlà del suo ritorno sulle scene, nel post drogra, che dico che la sua voce non è più la stessa.... E QUESTO LIVE A LONDRA DI QUALCHE GIORNO FA
LO DIMOSTRA.



Io piuttosto preferirei abbandonare le scene, e farmi ricordare per i tempi gloriosi piuttosto che cercare di arrancare ad essere un decimo di quello che si era.
Hai perso la voce.. AMEN... riscattati, fai altro, prepara e scova nuovi talenti, supportali, datti al cinema.. ma basta live... o quanto meno facesse come Victoria Beckam, un bel playback e te passa la paura!

PS Il cinesino sopra ha decisamente un'estensione vocale che io MA PURE WHITNEY ORMAI SI SOGNA... anche se quel taglio di capelli con quel viso rotondo.. LO POTEVA EVITARE.

Ale!

martedì 27 aprile 2010

Film ricordi: Matilda sei mitica!

Io non so voi, ma io insieme alle cugine siamo cresciuti con questo film.
La trama è semplice e ben narrata.
Matilda una ragazzina dai poteri speciali ha una famiglia pessima che non la capisce e la maltratta.
L'unica a farlo è la sua insegnante alla quale si è affezionata, e i suoi amichetti di scuola.
Peccato che nella scuola regni una CATTIVERRIMA, quella che oggi col senno di poi identifico come na lellona camionara da paura, mentre allora la paragonavo a Ursula la strega del mare de "la sirenetta".

Una delle scene clou fu quella in cui la "SIGNORINA TRINCIABUE" se la prende con un allievo grassoccio... una vera perla del trash.



Se l'avete perso RECUPERATELO QUANTO PRIMA!

Ale!

Alò's creek - Quarta puntata: Special Day

Con le bellissime giornate primaverili che si stavano presentando di settimana in settimana, di quelle giornate che la temperatura è perfetta e vorresti spogliarti e correre nudo in mezzo ai prati, io e Ale abbiamo deciso di... FARE PROPRIO QUESTO!
Ci vediamo a Villa Borghese, corriamo nudi per un pò, arrivano le guardie, ci arrestano, e OGGI stiamo ancora scontando questi duri giorni di prigione in questa lurida topaia. Ma quando esco di qui, puoi star certo che te la faccio pagare caro il mio Berlusconi!!!

...

Come? Sto scrivendo dalla mia cameretta?

Mh.. Allora mi devo essere confuso con una qualche realtà parallela..

AH già! Ora mi viene in mente quello che è successo in QUESTA realtà: io e Ale decidiamo di vederci a Villa Borghese (per chi non sapesse cos'è è uno dei 2 parchi più famosi di Roma - escludo villa Ada perchè m'è sempre stata antipatica). La data prescelta è il 22 Aprile. Ci conosciamo - dal vivo - da poco più di un mese, ci sentiamo su msn, ci scambiamo messaggi.
Arriviamo a Villa Borghese, lui con la amorevole maglietta di superman (mi piaceva troppo su di lui! ps: poi me l'ha regalata - te credo: la stava pe' buttà! era un cencio lercio!) e io sinceramente non ricordo ma mi affido alla memoria di ale. Facciamo lunghe passeggiate per il parco - AH che bello passeggiare per il Parco quando la Temperatura è proprio quella giusta e con la persona giusta per te in quel momento! Le lunghe passeggiate finirono su una panchina in cui potevamo parlare un pò tranquillamente...

Come detto l'ultima volta sembrava ci fossero tutti i presupposti per un bel fidanzamento. E probabilmente c'erano. Ma io decisi di approfittare del momento di intimità per dire ad Ale che.... non mi sentivo pronto per impegnarmi in una relazione e che sostanzialmente quello che volevo era più una "tresca", una relazione che ci tenesse svincolati da vincoli di fedeltà o altro.

Pensa un pò che colpo di scena.

La realtà è che non lo conoscevo, e non mi andava di illuderlo nel caso in cui non avessi poi saputo ricambiare i suoi sentimenti. Mi interessava conoscerlo, e quello che avevo visto fino ad allora mi piaceva, solo che non volevo mettere scritto su carta che da quel momento in poi gli avrei dato il mio cuore. Era troppo presto, almeno per me.

Forse era anche un rito un pò scaramantico visto che mia sorella era partita allo stesso modo con la relazione col suo ragazzo dell'epoca, e ci stava insieme da 7 anni.

Il fatto che fosse il ragazzo "dell'epoca" mi fa pensare... mh...


Finalmente ci rivedevamo!
Era una bella giornata, tanto sole, un'arietta calda che ci cullava, una scenografia perfetta per dire al bel dolce Lolò quanto gli volessi bene e quanto fossi invaghito di lui.
Passeggiamo per il parco fino a sederci su una panchina leggermente isolata. Si chiacchiera di noi e del fatto di trovarmi particolarmente in sintonia. Si parlava di quel che stavamo diventando, due complici, due innamorati? Per me si, in cuor suo anche ma la sua razionalità e la sua mente ingegneristica gli impedivano di buttarsi a capofitto in una relazione, doveva essere cauto, perchè questo è Lolò. Questo lo so ora dopo 6 anni di relazione, ma sei anni fà alla frase "io vorrei una tresca" ci rimasi di stucco!
Ma come qui ci sono tutti i presupposti per una storia con i fiocchi e tu mi dici cosi?
Si, rimasi sconcertato, ma Ale non si scoraggiò e decise di puntare dritto al suo cuore, lui poteva dire ciò che voleva ma io gli avrei aperto gli occhi e gli avrei fatto capire quanto ci eravamo indispensabili, o meglio questa era la mia unica chance di non prendere una batosta!!


Comunque sia tornando a quel caldo pomeriggio, io sapevo dentro di me che non credevo a quello che dicevo, e con ciò intendo dire che non avrei mai cercato qualcun altro in quel momento, e da quello che vi ho raccontato potete capire il perchè: ero alla disperata ricerca di qualcuno a cui volere bene e da cui essere ricambiati. Di sicuro una volta trovato il possibile "candidato" non mi sarei andato a divertire con qualcun altro nel frattempo. Poi non lo avevo fatto finora, perchè cominciare proprio adesso?
Ale ricordo che lì per lì fu un pò intristito da queste parole (e direi che era più che comprensibile) perchè le sue speranze erano diverse.
Ma fin da subito capii che non era scoraggiato. Forse intuiva che quel gesto non voleva dire niente, che comunque era effettivamente presto, e che tutto sarebbe potuto accadere.O forse, con una sorta di "terzo occhio" o con un senso che ancora non siamo riusciti a scoprire e a sperimentare, vedeva quello che sarebbe successo dopo, e forse anche me che sto qui dopo 6 anni a raccontare di quel momento. Così, ci alzammo, continuammo a passeggiare, e ci andammo ad appoggiare su un albero, non lontano dalla via d'ingresso principale. Su quell'albero giocavamo, e ci baciavamo quando potevamo, sempre attenti che non ci fosse nessuno nei paraggi. Era così divertente :)

Ricordo che dopo uno dei baci che gli diedi a villa borghese, non so se in quella occasione, lui mi disse che quello era il bacio più bello che avesse dato.
Ma quanto è amorevole? ^_^
Qualche giorno più tardi, per la precisione il 3 Maggio 2004, Ale a scuola scrisse 2 pagine sul suo diario, che poi strappò e mi diede [per dire la cura e il rispetto che questo ragazzo aveva per le cose scolastiche :P].
Quelle pagine, sono le seguenti:


Quella giornata diventò per noi lo "Special Day", un giorno speciale che ricordiamo ogni anno.



Il 3 maggio 2004 stavo facendo una delle tante lezioni pallose... Vedi storia e lettere... La mia mente era completamente da un'altra parte. Non ero più in classe, ero regredito a quello stupendo giorno di aprile in cui per la prima volta avevamo vissuto un'intensa intimità e alchimia, nonostante la batosta di Lolò il mio progetto conquista Lolò stava funzionando. Io ne ero stracotto. A scuola non facevo che ripetere al mio compagno di classe Sim, alias K., "LoLÒ Lo Lò Lo Lò" abbinando alle parole un sorriso inebetito; lui mi diceva che sembravo rincretinito tanto ero cotto di lui.
Decisi di scrivere a Lolò; dovevo comunicargli tutto quello che le mie emozioni mi stavano facendo vivere in quel momento. Gliel'avrei consegnata nel pomeriggio facendomi accompagnare ad un negozio di sport, allegandogli un cd con tutte le mie canzoni d'amore preferite che scoprirò più tardi essere l'antitesi del suo genere di musica preferita :D

Quel momento mi rimase tanto impresso che un anno più tardi mi avrebbe ispirato artisticamente.... Tenetelo a mente!


Il 6 Marzo però rimane per noi l'inizio di tutto. Io sento dentro di me che tutto è partito da lì, da quell'appuntamento a Piazza del Popolo, dal momento in cui gli ho picchiettato sulla spalla e i nostri sguardi si sono incrociati per la prima volta. Vorrei tornare lì in quel momento, con Ale, per spiare di nascosto quei 2 ragazzini, e rivedere le nostre facce, ancora ignare di tutto :)

Allegato a quel foglietto arrivo anche un misterioso CD...........







lunedì 26 aprile 2010

Un tributo ai modi sbagliati di fare le cose

Quando mi capita, rimango ore o ore (ma che dico ore: minuti!) a fissare gli spot televisivi sulle reti private.

Di quelli che hanno doppia lama e quindi doppia potenza, senza fatica, più affilati, mai più come prima, e da oggi non sarà più un problema!

Rimango affascinato dall'assurdità con cui sono confezionati.

Nei miei preferiti rimane un famoso "robottino a due velocità", pubblicizzato da una solare massaia, che illustrava come "alzando la manopola e facendo mezzo giro" la velocità magicamente raddoppiava e "voi girerete sempre allo stesso modo ma saranno le lame all'interno ad andare al doppio della velocità!". La parte più bella arrivava quando preparava un frappè con latte e fragole e diceva una cosa del tipo: "più genuino e più di semplice di così, sicuramente non è possibile di andare a preparare, una merenda semplice e sfiziosa!"

XD

In generale i momenti più belli di questi spot, soprattutto di quelli di importazione americana, sono i famosi e terribili "modi sbagliati" di fare le cose, ovvero tutto quello che avete fatto fino ad oggi senza troppi problemi, viene riproposto a mo' di film dell'orrore, in bianco e nero sbiadito e con delle persone impedite che si fanno malissimo o combinano assoluti disaatri e cercano in tutti i modi di fartela pesare.

Qui un "medley" di questi disastri!



Lo dedico a RIO con l'aggiunta de "spicciame casa!" :P

Lolò

sabato 24 aprile 2010

Generatore automatico di attacchi di Berlusconi a Fini

Generate anche voi un insulto automatico di Berlusconi a Fini! :D

Qui

Il mio risultato:

Allora, Gianfranco, parliamoci chiaro: sono venuto da te martedì, e davanti a Qui Quo Qua mi hai detto: punto primo, mi sono pentito di avere collaborato a fondare gli X-Men; punto secondo: voglio fare un gruppo penitenziale diviso. Queste cose diciamocele tra noi, facciamo le sfide a chi rutta più forte, ma tu alle sfide a chi rutta più forte non hai mai voluto partecipare, visto che non hai partecipato nemmeno, per essere super partes, alla festa di capodanno coi botti a casa di Bondi! Se vuoi fare queste inalazioni ti accogliamo a culo puzzone: ma le fai da uomo politico nel partito e non da Presidente della Corte d'Appello!


PS: La Cassazione conferma: Mills fu corrotto per proteggere Berlusconi

Lolò

I recensitoli

Genio!

Quanto mi piacciono questi siti inutili e inconcludenti.

Parlo di recensitoli, il sito che recensisce i film mediante titoli di altri film.


Qualche esempio?

Mary Poppins : Via col vento.

Quattro matrimoni e un funerale : Il signore degli anelli.

Basic Instinct : Tre uomini e una gamba.

Il divo : Prova a prendermi.

Avatar : Mostri contro alieni.


Le altre qui, che si aggiornano di tanto in tanto. Potete tenerlo tra i preferiti e farci un salto di tanto in tanto ;)

[No, non mi pagano. Magaari lo facessero!]

Lolò

venerdì 23 aprile 2010

Auguri YouTUBE

Sapete cos'è questo?



E' un pezzo da museo virtuale. Trattasi del PRIMO video che sia mai stato caricato su YouTube!

E' datato 23 Aprile 2005.

Mio Dio...

Prima del 2005 io non usavo youtube?? Mi sembra di usarlo sa sempre!!

Comunque auguri a questa piattaforma, di risate, speranze, incontri, saluti

Lolò

Eyjafjallajökull

Ovvero, il vulcano impronunciabile.

In realtà una pronuncia ce l'ha e ora Lolò per la prima volta vi farà sentire qual è [no, non ve la faccio sentire proprio io io, ve la faccio sentire per mezzo di un videaccio che ho trovato in rete, tiè:]

Oohhh.. mo che lo sapete esercitatevi e fate i gradassi saccenti davanti ai vostri amici, se già non vi odiano abbastanza.

Devo dire che sto vulcano c'ha rotto le palle un pò a tutti con la sua eruzione: disagi enormi nei trasporti, popolazioni evacuate, miliardi letteralmente andati "in fumo" [lool].

Però c'ha pure regalato qualche spunto interessante, ad esempio:
- l'idea che il mondo se ne frega dell'uomo che contro la sua devastante forza non può nulla;
- il fatto che i confini sono una mera invenzione umana, perchè scoppia un vulcano a 3.000 chilometri da qui e noi ne sentiamo tutte le conseguenze dirette e indirette [e allora cazzo vuol dire "clandestino" brutto idiota!.. mh, oggi sono un pò sboccato];- infine ci ha regalato immagini come questa:


e molte altre qui.

Magre consolazioni?

Beh, il mondo è anche questo, dai.

Che figata sto mondo eh? Pieno di cose terribili e magnificenti
E' proprio il migliore dei mondi possibili :P

PS: Aggiornamento: si è scoperto come e CHI ha scelto nome al Vulcano:


Lolò

giovedì 22 aprile 2010

Io lo voto.

A quanto pare c'è chi ancora sà parlare di politica... forse arrivano tardi, ma le parole di Gianfranco sono chiare, obiettive e coerenti.



E' evidente come uno stia parlando di cose concrete mentre l'altro si preoccupa esclusivamente dei propri interessi.
Fini dice vogliamo rivedere la finanziaria e il programma in merito steso in un periodo in cui ancora non si era affrontata la crisi? Vogliamo fare vedere ai nostri elettori che qualcosa abbiamo fatto anzichè dire che va tutto bene?
Come questa Fini ha sollevato quesiti INEQUIVOCABILI, Berlusconi ha risposto dicendo che Fini deve dimettersi da presidente della camera, per poter fare "politica".
O CON LUI O CONTRO DI LUI PRATICAMENTE.

Benchè la maggioranza del PDL sia con Silvio (vorrei vedere mezzo PDL occupa il posto che occupa grazie a Silvio), sul sito di skytg24 si evince che gli spettatori hanno ritenuto più convinvincente Gianfranco rispetto a Silvio, e di certo la maggioranza dei clienti SKY non è di sinistra.
Cliccate qui.



Se Gianfranco si smarca da questa ciurma di feccia inesorabile, io lo voto.
Prendo atto che ci ha messo VERAMENTE VERAMENTE TANTO per aprire gli occhi, ma soprassiedo e sono deciso a votarlo qualora vada per la sua strada, e non mi vergogno a dire che credo più credibile e coerente lui che la sinistra che sino ad ora MI HA SEMPRE TRADITO.
Forse Fini si è accorto adesso del conflitto di interessi, ma la sinistra che l'ha sempre saputo e soprattutto L'HA GENERATO CON VELTRONI ANNI FA, non ha mai fatto niente per impedirlo.

Ergo... Gianfranco esci da quello schifo e candidati!

Ale!

Buon-GIORNO della TERRA!

L’Earth Day fu celebrato a livello internazionale per la prima volta il 22 aprile 1970 per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra. Nato come movimento universitario, nel tempo, l’Earth Day è divenuto un avvenimento educativo ed informativo. I gruppi ecologisti lo utilizzano come occasione per valutare le problematiche del pianeta: l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili.

A parte le introduzioni simil-wikipediane, volevo dire che secondo me è un fatto positivo che ci sia, e che non lo trovo poi così inutile.

Sensibilizzare l'opinione pubblica su certe tematiche può essere fatto in diversi modi, e questo è solo uno di quelli, quindi ben venga. Ormai devo render conto del fatto che il cervello umano, e in particolare quello della "massa", si plasma più facilmente di quel che crediamo, e se da una parte a plasmarlo è Berlusconi con le sue minchiate ["ANCORA CO' BERLUSCONI, MARIO!?"], direi che manifestazioni di questo tipo risultano quasi necessarie per riportare un certo equilibrio.

Poi certo, il punto fondamentale è quello di ricordarsi che il giorno della Terra dovrebbe essere ogni giorno e non solo il 22 Aprile, ma tant'è.

Esiste anche la Festa della Mamma ma non è che il giorno dopo mia madre perda di significato [MAAAMMAAAA! C'E' DEL POOLLO SUL PAVIIMEENTOO!]

Speriamo sia così anche per coloro che stasera si recheranno al concertone del Circo Massimo presentato dal nostro amico Violaceo.

Come ogni anno per questa occasione mi piace pubblicare sul blog un video che mi ricordi quanto dannatamente piccolo io sia, e quanto diverso sia in realtà il mondo (e intendo la maggior parte del mondo) rispetto al microcosmo urbano in cui mi sento costretto a vivere.

Forse questo distacco dalla natura ci rende anche un pò più depressi e a tratti isterici.

Enjoy it!

[ps: vi consiglio di vederlo in "HD"]



PPS: Tra l'altro oggi è anche lo Special Day :)

Ma questo lo scoprirete solo domenica....

Lolò

mercoledì 21 aprile 2010

Semplice normalità.



Il mitico Pif, della mitica MTV, ha intervistato (clicca qui) IN QUESTA PUNTATA, due Papà, una famiglia arcobaleno, che abbiamo avuto il piacere di incontrare dal vivo qualche mese fa al DGP.
Dall'incontro come dal filmato traspare una disarmante normalità che nulla distingue questa famiglia da un'altra se non per il fatto che per la legge italiana... la prima semplicemente NON ESISTE.
Mentre in Francia un governo di Destra ha attuato le leggi che tutelano anche questi casi...
ma questo ovviamente non ci stupisce.

Sorprendente quando invece non dovrebbe esserlo, vedere come un perfetto ignorante osserva e chiede SENZA GIUDICARE E PRECONCETTO ALCUNO, facendosi ovviamente poi un'idea non influenzata da morali, religione, pregiudizi e radicati taboo sociali.

Sono affascinato da questi casi.
Sento che è il percorso che vorrò intraprendere, sempre se il Lolò mi accompagna!

I nomi già ce li ho..
Papale & Papò

^^

Ale!


PS: Mi introduco solo per dire che la bambina è quella che mi ha regalato la pallina gialla nel famoso post sull'omogenitorialità! E' la bambina che si vede sulla sinistra nella foto, tutta intenta a regalare palline di pongo a tutti quanti :)

Lolò



SI RINGRAZIA RIO PER LA SEGNALAZIONE DEL VIDEO, SCUSANDOMI PER LA DIMENTICANZA DOVUTA ALL'ORA TARDA DELLA GENERAZIONE DEL POST!

VECCHIA ACIDA FASHION VICTIM!!! :X

martedì 20 aprile 2010

Il miglior feedback di sempre

Senza dubbio il miglior feedback mai lasciato su ebay.

Clicca sull'immagine per scoprirlo


Io comprerei da quel venditore

Lolò

Piccole soddisfazioni!!



Ale!

Una giornata ASSURDA.

http://www.tantasalute.it/img/stress-cartoon.jpg

Giornata iniziata con una sveglia alle 7.
Corsa in ospedale, dove passo 7 frenetiche ore di lavoro.
All'uscita dal lavoro, corro a fare benzina e attraverso mezza Roma (mezz'ora) per raggiungere l'uni di Lolò, dove lo avrei dovuto prendere e accompagnare a ritirare lo scooter che ha fatto il primo tagliando dall'altra esatta parte di Roma.
Non appena arrivo scoppia la tempesta per Roma.
40 minuti fermi.
Si riparte appena spiove, altri 20 minuti e raggiungiamo l'officina.
Lascio Lolò e scappo a casa superando tutti i limiti di velocità della tangenziale e non.
Apro la porta di casa, butto casco giubotto sul divano e in venti minuti metto la musica dance costruisco la coreografia, faccio la borsa della palestra (secondo lavoro) e mangio.
Si riparte altri 25 minuti e stò in palestra all'altro esatto estremo di Roma.
In autostrada mi chiama il capo infuriato dal ritardo che stavo portando sull'appuntamento che avevo con lui.
Arrivo corro nel suo ufficio e si parla dei piani dell'anno prossimo e non.
Non ho il tempo di ripassare la lezione vado direttamente a farla.
Finisce l'ora, scappo in doccia e corro a casa... altri 20 minuti di auto.
Arrivato mi seggo a tavola dove una stupenda sorella aveva gia preparato e olè, arriva la notizia che il volo di ritorno da Parigi dei miei genitori (5giorni di vacanza) domani (oggi) non li potrà riportare perchè cancellato.
Non ceno ed inizio a cercare soluzioni alternative..
BUS TRENI AEREI ... nulla disponibile fino al 28.
Prendo un momento di pausa mangio... e corro a fare la lavatrice, casa è nel caos.
Ritorno al pc e scovo l'unica soluzione: affittare un'auto da riconsegnare in 24 ore e farsi i 1400km di corsa magari dividendosi il mezzo con qualche passeggero sfortunato.
Metto il pigiama, Lolòò dice che sta andando a dormire lo devo chiamare...
Ore 00.13.
Non ho ancora mai fatto un attimo di pausa.

Domani stessa storia con l'unica differenza che ho un'ora in piu' di fitness da insegnare.

HELP ME.

Ale!

lunedì 19 aprile 2010

Voglio una barca COSI'!


Altro che mega Yacht!

Questa sì che attirerebbe l'attenzione!

Lolò

La console dei Daft Punk: UPGRADED!




Questo piacerà a molti di voi.

Circa un annetto fa postai un link ad un sito dove era possibile suonare, con tastiera o mouse, la canzone dei Duft Punk "Harder Better Faster Stronger" [link casuale].

Per puro caso ho riaperto il post e ricollegandomi al sito ho scoperto che:
1) hanno aggiunto la canzone "Techonolgy"
1) hanno aggiunto le basi musicali su cui suonare con la loro console
2) hanno migliorato la console aggiungendo più "note"

Divertitevi QUI!

Lolò

domenica 18 aprile 2010

Alò's creek - Terza puntata: SesSOS

Aprile. La primavera. I primi calori.

Cioè, nel senso che... vabè, in tutti i sensi. Come detto per me Ale era il primo ragazzo, e anche il primo (e ultimo) ragazzo che abbia mai baciato.

Lo stesso non si poteva dire per esperienze "di altro tipo," ovvero quelle sessuali, le quali infatti erano già state sperimentate, con un lontano cugino coetaneo, nella prima adolescenza (12-13-14 anni). Ma era solo un esplorarsi, un appagamento dei sensi (che a quell'età iniziano a scalpitare), un divertimento legato all'atto in sè: non c'era alcun tipo di coinvolgimento emotivo. Anzi, ricordo che lui una volta mi chiese di baciarlo, ma io non volli, perchè non provavo i sentimenti che quel gesto per me richiede..

Ah! Mazza! Per un bacio sono necessari i sentimenti, e per andare ben oltre invece no?

Eeesattamente!

Ma sì, mi divertivo. E meno male che l'ho fatto! Anzi, tornassi indietro probabilmente riempirei anche quel vuoto che c'è stato dai 14 ai 19 anni. Cercherei di reprimermi meno.
Oddio, occorrerebbe anche considerare che però ognuno è il risultato delle esperienze fatte [e non fatte], belle e brutte, e che se non fosse andata esattamente così, io non sarei io. E quindi va bene così. Magari è stato proprio il provare a stare con delle ragazze a convincermi del fatto che non dovevo prendermi in giro.

Gli incontri con Ale continuavano, e siccome c'era attrazione reciproca, ci facevamo anche più "intimi". Certo: senza una casa, nè una macchina, nè un luogo chiuso dove stare, risultava difficile qualsiasi tipo di approccio, anche se siamo stati abbastanza spregiudicati se ripenso a qualche episodio

XD

Niente che ci avrebbe fatto arrestare per atti osceni in luogo pubblico eh..... .

..nsomma...

Vabè: il punto è che ero contento di aver trovato un ragazzo, qualcuno per cui iniziare a provare un affetto, e inoltre, perchè no, potermi riavvicinare ad un certo tipo di approcci, dopo tanto tempo. Era un pò come tornare a casa, e sentivo che mi andava più a genio della bellissima ragazza francese che avevo conosciuto al mare. Lei era davvero bella. Voglio dire: se non funzionava con lei, non poteva funzionare con nessuna. Non che fossimo mai andati oltre il bacio eh, però non sentivo proprio il desiderio di andare oltre. E questo qualcosa voleva pur dire. Invece con Ale.. Beh, non posso raccontare cose che mi vengono in mente in questo momento [anche perchè vedo i miei amici nordici Ale e Fil tutti rossi :P ], ma posso almeno dirvi che sapevo che quello mi piaceva.

C'erano tutti i presupposti per un bel fidanzamento, no? .........................................................


Erano le 17.00 di un giorno di inizio Aprile.
Avevo ripetuto le categorie di Kant in tutti i modi possibili... si perchè a Filosofia l'unico modo di sopravvivere era sapere esprimere parlare di un concetto prendendolo da un suo punto qualsiasi ricostruendo da zero il discorso...perchè il professore non ti lasciava mai la possibilità di ripetere a pappardella, ti faceva continue domande e tu dovevi essere abile a spaziare tra tutti i vari argomenti.
Ad ogni modo ero stufo, saturo, distrutto, avevo bisogno di una pausa.
L0lò mi attendeva mezz'ora dopo a Cornelia.
Mi vesto e lo raggiungo.
La zona era sempre la stessa e per giunta piena di persone in quanto giorno.
I nostri incontri divenivano sempre più intimi.
Le lunghe chiacchierate lasciavano progressivamente spazio anche a momenti di totale silenzio in cui le labbra passavano decine di minuti a contatto e in cui le mani iniziavano sempre più a prendere libera iniziativa, soprattutto io che avendo vissuto piu esperienze in precedenza mi sentivo a mio agio nel trainare la situazione.
Avevamo bisogno di intimità.
Ci dirigemmo in un parcheggio sollevato poco frequentato al riparo da sguardi indiscreti dove poterci conoscere.
Essi' perchè dopo il primo bacio, che comunque necessitava di un posto non particolarmente affollato, le mani volevano sfiorare, il naso odorare e la bocca... punto.
Momenti di follia ripensandoci bene; tra noi non c'era affatto imbarazzo eravamo piuttosto naturali nel porci reciprocamente.
I gesti erano sicuri e soprattutti voluti.

Io avevo 17 anni, non avevo un auto e di certo casa mia non era una possibilità considerabile.
Lolò aveva uno scooter, poco utile alla situazione ed una casa anche per lui poco considerabile dati i tempi ancora prematuri.
Così questo parcheggio poco frequentato divenne insieme alla pineta il nostro luogo segreto dove conoscerci meglio.
Da parte mia c'era un invaghimento concreto nei confronti di Lolò ed esso veniva accompagnato anche da una certa attenzione sessuale, che a Lolò attraeva ma spaventava allo stesso tempo perchè impaurito dal fatto che potesse essere tutto riducibile solo ad essa.
Mi viene in mente infatti un periodo compreso nella fine di marzo e gli inizi di aprile, in cui Lolò era un po' titubante sull'incontrarci di nuovo, sembrava voler prendere tempo e questo mi spaventò molto, perchè io iniziavo già a mostrare tutti i sintomi dell'innamoramento ossessivo.
Compreso il problema cercai di frenare leggermente la mia iniziativa, per dare più spazio al dialogo comprendendo che dietro a quella sorta di rifiuto c'era da parte sua, ancora la necessità di elaborare la propria sessualità e maturare la consapevolezza della propria condizione, passo che io avevo fatto già da tanto, motivo per cui agli occhi suoi sembravo correre troppo, mentre ai miei sembravo aver tutte le carte in regola.

I giorni tuttavia trascorrono, il caldo abbraccia Roma e i suoi parchi.
Il 22 Aprile ci vediamo a Villa Borghese.
Io in t-shirt di superman e lui con la sua polo Lonsdale rigorosamente blu.
Quel giorno avevo deciso di comunicargli a quattr'occhi i miei sentimenti e le mie intenzioni nei suoi confronti.
Se non fosse che lui quel giorno mi disse qualcosa che li per li non mi rese felicissimo, ma che tuttavia oggi reinterpreto come un gesto di prevenzione di una persona che voleva prendersi tutto il tempo necessario prima di sbilanciarsi e mettersi in gioco...
Quella giornata rimase impressa nella nostra memoria, s
ulla carta e su cd; per me infatti assunse paradossalmente tutt'altro significato.
Ma di questo ne faremo parola la prossima volta!! ^^

A

Ricette

Questo è veramente il libro più triste che io abbia mai visto:


Sarà il titolo, sarà la faccia di Lei.. Ma che tristeesss! :P

Ve la do io l'unica vera ricetta rivoluzionaria per il microonde:

MUFFIN al microonde in 5 minuti



Provata mercoledì scorso.

Ha riscosso grande successo presso tutta la platea che il mercoledì si riunisce per vedere Lost!

Ve la consiglio caldamente ;)

Lolò

giovedì 15 aprile 2010

E' morto Raimondo Vianello

Uff

Fra i miei video preferiti su youtube, c'è questo:



E' stupido "dispiacersi" in qualche modo per la morte di qualcuno che non si conosce affatto.

Io lo lego al ricordo degli anni 90, della mia adolescenza, e quindi la sua morte è un pò una seppur minuscola parte di me che viene cancellata dalla lavagna.

Mi fa pensare trasversalmente.

E poi penso a Sandra, che domani si sveglierà sola.

Non so perchè ma negli anni passati mi ero detto che fra i personaggi che avrei voluto conoscere prima che se ne andassero c'era anche lui. Un altro è Benigni (con cui devo parlare di una cosa), e l'altro Leslie Nielsen.

Faccio un pronostico?

Entro il 2011 anche Leslie Nielsen

*Fatality!*

Lolò

MA QUANTO ADORO LA TRE!

Grande Cinema 3

Già per il fatto che esista una compagnia che per 29€ al mese ti fa chiamare e videochiamare per 800min al mese, mandare 400 sms /mms e navigare con 10giga di traffico DEVO ESSERNE ETERNAMENTE GRATO...

Se poi consideriamo che oggi ho scoperto di avere accesso alla GOLD CARD della promozione "grande cinema 3" che mi dà l'opportunità di andare al cinema 1 volta a settimana GRATUITAMENTE, allora li' divento proprio euforico.
Un biglietto del cinema costa 7€!
La tre me ne paga tramite la card 4 in un mese...
7x4= 28Euro.

29 -28 = 1

In fin dei conti è come se pagassi 1€ per avere quel mondo di servizi...

E NON VI HO DETTO CHE IN MOLTI PAESI EUROPEI NAVIGO CHIAMO SCRIVO COME SE STESSI IN ITALIA!!!!

Card

Fatevi un regalo.... passate a tre e approfittate della promozione!

Anche se non siete interessati alla mio abbonamento, una semplice sim con l'abbonamento internet da 5€/3gb al mese vi può fruttare la carta GREEN per la visione di un film al mese!

Ale!

mercoledì 14 aprile 2010

Un buon uso del 3D

Finalmente una buona idea per sfruttare le potenzialità del 3D e andare... "al di là" :)



Lol-ò

Meglio un premier Gay che uno leghista?


La mia più che una domanda (la cui risposta è ovvia) è una provocazione.
Il giornale, in merito alle ultime dichiarazioni dell'onorevole Bocchino per mezzo di Klaus Davi, ha tratto la su citata conclusione: meglio un premier gay che leghista.
Da subito mi sono risentito, dicendomi ah bhè se queste sono le aperture della destra di Fini per me può anche morire.... Perchè la frase "persino X è meglio di Y" io l'ho sempre usata in contesti in cui X non splende per una connotazione positiva.

Tuttavia mi sono letto l'articolo e come previsto la frase incriminata è stata una libera interpretazione di due considerazioni distinte.

Ma non è tutto... Nell'articolo non mancano considerazioni allarmanti come quelli sugli omosessuali come viziati preferiti ai celhoduristi...

Leggete e commentiamolo insieme!

http://www.ilgiornale.it/interni/meglio_premier_gay_che_leghista/14-04-2010/articolo-id=437323-page=0-comments=1

ps evitate di leggere i commenti all'articolo..

PPS stamani ho sentito 3tre3 notizie di scandali ecclesiastici su skytg24: un prete pedofilo, un prede omosessuale ricattato dalle parrocchiane e il polverone di polemiche sollevate alle dichiarazioni di Bertone che lega e motiva la pedofilia con l'omosessualità.

Ale!

martedì 13 aprile 2010

OOOOhhhhh!

Clicca dai dai dai dai

Lolò

Il sesso fantastico..



La campagna pubblicitaria diretta quanto semplice, parla chiaro: l'Akuel propone un nuovo preservativo rivoluzionario "SKYN™" realizzato in Sensoprene™*.
Il Sensoprene è un materiale con una struttura completamente diversa dal normale lattice, che lo rende più sottile, morbido e molto più flessibile, ma con la stessa resistenza del preservativo di lattice. Insomma, regala la sensazione di non indossare niente...
...certo è vero pure che dicono tutti cosi.. ma poi lo senti e come... tuttavia questa volta...


... possiamo "CHIEDERE IL NOSTRO CAMPIONE GRATUITO" con tanto di clausola soddisfatti o rimborsati!



Ale!

lunedì 12 aprile 2010

domenica 11 aprile 2010

Alò's Creek - seconda puntata: Il primo bacio

8 Marzo: Il secondo appuntamento.

Ale's point of view

RingRing... ore 21.15.... il mio cellulino squilla mentre attendo solo al buio l'autobus che mi porterà all'appuntamento.

A chiamarmi è proprio lui... Lorenzo.


"Ciao" rispondo.. mi chiede dove mi trovavo visto che dovevo essere già all'appuntamento.. "sto aspettando l'autobus che purtroppo nel mio quartiere non si sa mai quando passa" rispondo.. la mia voce era emozionata.. cacchio stavo riuscendo con la stessa persona.. non mi succedeva dai tempi che furono. Stavo riuscendo con una persona che mi piaceva e su cui riponevo mille speranze.... "fra pochissimo stò da te".

La location questa volta era mooolto meno caratteristica del primo appuntamento, esattamente ci siamo incontrati a circonvallazione Cornelia, alla fermata della Metro. Visto che abbiamo scoperto di abitare a 5km l'uno dall'altro per stare più tempo insieme abbiamo scelto l'esatta via di mezzo.

Arrivato a destinazione riscopro piacevolmente quella sicurezza di me stesso non necessitante di maschera alcuna... Lorenzo mi faceva sentire a mio agio. Mi basta avvicinarmi al suo viso per salutarlo con un bacietto sulla guancia per riscoprire quel suo profumo candido ammaliante; una celere sniffata di nascosto ed ero già suo senza che lui se ne rendesse conto.. o meglio io avevo deciso che sarebbe stato cosi. :)

La zona era residenziale e per niente attraente sotto il profilo architettonico... una passeggiata per quelle strade di solito piene solo nelle ore dello shopping sarebbe stata un po' strana se non inutile.
Optiamo per dirigergi verso il sempre aperto Parco di Pineta Sacchetti. Le luci della vicina omonima strada illuminano i nostri passi e il viso di Lolò che celatamente e fugacemente continuavo a guardare.
"Quanto mi piace questo ragazzo... quel profumo come vorrei di nuovo poggiarmi accostarmi a lui e continuare a respirare la sua pelle" questi i pensieri che nel mentre mi balenavano per la testa mentre parlavamo di tutto...

Non ricordo precisamente di chi ma ricordo un vago senso di gelosia nei confronti di un tizio zio di qualcuno che aveva riferito interesse nei suoi confronti...

Troviamo una pseudo giostra su cui sederci e parlare a quattr'occhi.. non troppo comoda in effetti... tant'è che continuamente si cambiava posizione fino a quando Lorenzo non scelse di stare in piedi. Fu in quel momento che le parole che stavano dicendo iniziarono a sorvolare la mia corteccia uditiva... i processi cerebrali erano tutti concentrati sul suo profumo, la dolcezza della sua voce, sulla sua fioca e aurea immagine (la luce alla sue spalle ne ritraeva il profilo)... io ero ipnotizzato.. volevo che fosse mio... dovevo fargli capire quello che provavo in quel momento, volevo dirgli che io in quel momento stavo vivendo intensamente un colpo di fulmine e non potevo permettermi che mi scappasse tra le mani, lo dovevo fermare, dovevo respirare da piu vicino quel profumo, dovevo dirglielo... ma non volevo parlare; stavo cercando di capire ciò che invece andava solo vissuto... Approfittai della posizione ravvicinata e frontale, per afferrare il suo smanicato e...

Lolò's point of view

"Ciao Mamma.. io esco!" - "Dove vai?" - "Eh.. prima di poterti dire dove vado ti devo sempre dire con chi.. Tranquilla dai, poi ti dico".
L'appuntamento fortunatamente era qui vicino.. Bastava qualche fermata di metro ed ero arrivato.
Eccoci qua, Cornelia.. Mi sa che ci sono passato alquanto raramente di qui. Proviamo a chiamarlo va. "Pronto, ciao sono arrivato! Ti aspetto qui alla fermata della metro".
Uhh.. Eccolo che arriva..

Ricordo distintamente che ai primi incontri, appena ci vedevamo da lontano, sorridevamo un bel po', fino a quando non ci davamo il bacetto per salutarci. E la cosa bella è che questa cosa in fin dei conti non è mai cambiata :)

"Ciao! Dove andiamo?" - "Mah, passeggiamo un pò nei dintorni. C'è un parco qui vicino". -"Mh.. Ok.. andiamo".

Passeggiavamo e parlavamo. Io dentro di me non avevo alcuna "speranza", alcuna ambizione particolare, e soprattutto non avevo intenzione di provare a baciarlo. Non perchè non mi piacesse, ma perchè sentivo che non era il momento giusto, che avremmo dovuto aspettare qualche altro incontro (aho, mica sono una che la dà al primo appuntamento! e manco al secondo!).

Ad un certo punto del nostro camminare ci fermammo in un sito (www....). Ale era appoggiato a delle giostre o un albero o un palo.. o un cavallo, non ricordo bene. Io gli stavo davanti. Continuavo a parlare normalmente senza troppe preoccupazioni, perchè come detto non mi aspettavo nulla.

Ma è proprio quando non ti aspetti nulla, che ha una buona probabilità che succeda qualcosa.

Mentre sto ancora parlando, o approfittando di una breve pausa, Ale mi prende per il davanti dello smanicato e mi avvicina per baciarmi [che omo!]. Io ero impietrito.

Sentii le sue labbra, le prime - e ultime - labbra di un ragazzo.

Il famoso, ambito, desiderato primo bacio ad un ragazzo, quello che agognavo da tempo, finalmente avvenne.

E mi fece assolutamente strano.

E glielo dissi!
"Oddio.......... Non ho mai baciato un ragazzo prima... Mi fa davvero strano". -
"Beh, ora che lo hai fatto, puoi continuare"
ALLA FACCIA!
Il ragazzo era determinato (e paraculo). Ci ribaciammo ma io cercavo non ne ero entusiasta. Non mi sentivo pronto, e per me lui era ancora un perfetto sconosciuto.

Era questo? O ero ancora quella parte di me che non si accettava, e che sapeva che dopo quel bacio non si tornava indietro?

Riprendemmo a camminare per il parco. L'idea di avere un ragazzo certo mi piaceva, e lui aveva pure un po' di quella "coattaggine" (come diremmo a Roma) che non guasta. Era abbastanza sicuro di sè, ma allo stesso tempo dolce e interessato a me.

Era certo che lui fosse più intenzionato ad accelerare, mentre io no. Era tutto nuovo per me e i cambiamenti, come sempre, richiedono un pò di tempo. Ma sentivo che quello era un cambiamento giusto, che andava fatto.

Perchè il post su gay.it dal titolo "Non voglio essere gay", non era un vero grido del non voler essere gay, bensì del volerlo essere: di voler essere me stesso, con serenità.


Ale&Lolò

giovedì 8 aprile 2010

Se un terremoto vi inghiottisse la TV

Le conseguenze di un cataclisma, quale un terremoto, così come quelle di una grave malattia, portano indubbiamente a degli sconvolgimenti importanti nella vita di ognuno.

E fin qua siamo ancora nella banalità.

Il punto interessante è che tale sconvolgimento può rappresentare il seme per la crescita di un qualcosa di positivo, di un nuovo approccio nei confronti nella vita, e nei confronti dell'altro.

La banalità cessa quando si sentono proferire parole come quelle di Tiziano Terzani, uomo apparentemente savio, il quale raccontava come il tumore che lo aveva colpito fosse stato in realtà una grande benedizione, una possibilità di creare uno scudo, una barriera tra sè e il mondo da cui si voleva distaccare.

Non nascondo che a volte anch'io penso che mi piacerebbe trovare una valida scusa per staccarmi dal mondo e dalle sue regole e imposizioni.

Con questo non dico che vorrei una grave disgrazia, sarebbe da folli augurarsela a priori. Però sarebbe bello avere un'occasione per un grande ripensamento.

Inizio a fare questi ragionamenti dopo aver letto certi libri e dopo aver visto video come questo:



Deve per forza venire un terremoto a distruggerci casa, per farci spegnere la tv, e più in generale farci vivere diversamente da come viviamo ora?

Io non so rispondere

Lolò

Prayers for bobby.

Sto cercando ancora di riprendermi dalla sua visione.



Oggi mi sono svegliato con la febbre, motivo per cui sono rimasto a casa.
Nel pomeriggio ho deciso di vedere un film di cui avevo sentito parlare tempo fa...
... coinvolgo mia madre.

La storia (vera) ambientata negli anni ottanta, parla di un ragazzo che si scopre omosessuale.
Dapprima la famiglia(ultracattolica) lo sostiene, purchè lui cerchi di cambiare e di guarire dalla "malattia" omosessuale.
Dopo vari tentantivi che ovviamente falliscono, il ragazzo capisce in primis, di essere omosessuale e di non esserlo diventato; sostanzialmente si accetta.
E' in quel momento che la famiglia, soprattutto la madre inzierà a maltrattarlo e privarlo dell'elemento più indispensabile necessario ad un ragazzo che sta crescendo e maturando la propria persona: il sostegno e l'amore genitoriale.
Da li parte la storia che non voglio dirvi dove porta, per non privarvi dell'intensità del film.

In vari punti della pellicola mi sono trovereto a sorridere amaramente, provare rabbia, e compassione, prove intangibili dell'estrema empatia e partecipazione che le scene sono in grado di generare.... verso la fine però mi sono dovuto ricredere.... gli ultimi minuti della pellicola servono a farti passare da uno stato in cui sei stato emotivamente colpito, ad un altro di completo sconvolgimento.

Io e mia madre ci siamo ritrovati mano nella mano con le lacrime agli occhi che venivano giù, incapace in nessun modo di controllarle.

E' un film che fa bene; forse dovrebbe essere OBBLIGATORIEMENTE somministrato a tutte quelle persone che oggi si rifanno all'abominio citato dalla bibbia o a tutti coloro che dispensano colorite parole agli omosessuali.

VI INVITO CALOROSAMENTE A VEDERLO E FARLO VEDERE IL PIU POSSIBILE.
Qualunque sia la vostra personalissima storia, fatevi un regalo..
vedetelo insieme ai vostri genitori. Credetemi... se sono umani capiranno :)



Per scaricarlo in alta qualità basta mettere play e cliccare sulle freccettine in basso che compaiono sulla barra di stato del player ;)

Ale!

Cose da sapere subito

Vivi volevo segnalarvicisivi questo stupendo post, che qui vi trascrivo:

"Ci sono cose che avrei voluto sapere subito invece di impiegare anni a impararle da solo.

Certo non sarebbe un problema se la vita umana avesse una durata accettabile (mille anni?), ma in queste condizioni è troppo fastidioso dovere sprecare tempo e energie per capire cose ovvie, cioè cose che prima o poi tutti devono capire per poter iniziare a vivere decentemente.

Avanti di questo passo io inizierò a vivere decentemente fra cinque miliardi di anni, quando il Sole sarà ormai una gigante rossa e la Terra un pianeta inabitabile. Intendo molto più inabitabile di adesso.

Appena uno nasce bisognerebbe dargli subito l’elenco delle cose da sapere e dirgli: “toh, da qui in poi fai tu”. Per questo ho deciso di divulgare le ovvietà che ho imparato a mie spese e con grande fatica, sottraendo tempo prezioso alla ricerca di nuove tecniche di masturbazione. Mi rivolgo soprattutto ai neonati. Ascoltatemi bene, bambini, dovete assolutamente sapere che:

a) Quando una donna dice “tu mi lusinghi”, dice “no”. Non bisogna insistere. Insistere si chiama “violenza sessuale” e la violenza sessuale è reato, salvo decreti dell’ultim’ora.

b) Quando un uomo dice “no”, non dice niente. Basta riuscire a prenderglielo in mano ed è fatta. La violenza sessuale delle donne sugli uomini non esiste.

c) Chi ti deride per scherzo è uno che vorrebbe deriderti sul serio ma non ne ha il coraggio. Il contesto scherzoso gli serve solo per deriderti senza correre rischi. Questa informazione è particolarmente utile non tanto per sapere quando è il caso di offendersi (offendersi è stupido), ma per conoscere meglio chi si ha davanti.

d) Offendersi è stupido.

e) Una persona che ti accusa senza fondamento di qualcosa è una persona che abitualmente fa quel qualcosa. Per esempio, uno che insinua che racconti balle è uno che racconta balle, uno che sospetta che tu lo voglia fregare è uno che abitualmente cerca di fregarti, e così via. Questa cosa e quella detta al punto “c” sono molto utili per capire alla svelta le persone e fanno risparmiare un sacco di scocciature, delusioni e soldi. È come se le persone diventassero trasparenti e si riuscisse a vedere quello che hanno dentro: milza, polmoni, pancreas e due o tre etti di cacca.

f) Mai discutere con chi parla per avere ragione. Quando una discussione s’infila nell’imbuto del volere avere ragione va mollata immediatamente. È molto facile accorgersi quando succede.

Gran bel film, vero?

Una merda.

Anche le scene d’azione? È difficile trovare scene d’azione così —

Di merda.

Però gli attori erano bravi.

Merde.

Discussioni di questo tipo possono essere utili solo per sfogare la propria aggressività, ma in tal caso bisogna saperle affrontare con la giusta dose di sarcasmo, disprezzo e urla belluine.

g) Una cosa su cui ti arrovellerai spessissimo, caro mio piccolo feto appena espulso, è sapere se un amico è veramente un amico. Io ho elaborato un test infallibile e ora te lo dirò gratis. Perché sono buono? No.
Fase 1: racconta al candidato amico un tuo successo personale, non importa che sia grande o piccolo, basta che ti mostri soddisfatto di te stesso; se il candidato non dà il minimo segno di gioia, non fa nessuna domanda e lascia cadere il discorso come se niente fosse, vuol dire che: o non è tuo amico o è solo molto preso da sé.
Fase 2: racconta al candidato una cosa che ti è andata male e che ti ha deluso, se quello inizia a fare domande a raffica, vuole sapere tutti i dettagli e pretende che gliela racconti più e più volte come fanno i bambini con le loro favole preferite, vuol dire che non è molto preso da sé.

h) Se ti sminuisci ti prendono subito in parola.

i) Le critiche non sono attacchi, questo segnatelo sulla retina.

l) La maggioranza ha sempre torto e le poche volte che ha ragione è per il motivo sbagliato.

m) Le persone che ti danno dei consigli vogliono solo renderti simile a loro. Prima di seguirli verifica che ne valga veramente la pena."


Lolò

mercoledì 7 aprile 2010

Ashton è un burlone

http://socialitelife.celebuzz.com/bfm_gallery/2009/03/ashton_kutcher_post_photo_of_demi_moores_butt_on_twitter/gallery_main/gallery_main-demimoore-twitter-butt-032309.jpg

Ashton Kutcher ha caricato su Twitter alcune foto fatte di nascosto della moglie Demi.

Immaginate ora di essere il figlio, di surfare la rete e incappare nelle foto di tua madre flessa a novanta caricate dal maritino tuo coeateno.

Io proverei sincero imbarazzo....

Ma in quella famiglia c'è molto di più di questo e a dircelo è la figlia degli ex coniugi Willis/Moore: Ramer Willis



Riassumendo la ragazza dice che il padre si comporta come fosse un sedicenne, gli piace andare sulle montagne russe, gioca con il ragazzo della figlia ed è sposato con una ragazza sua coetanea . Il patrigno Ashton Kutcher è molto piu maturo del padre (si quello che ha fatto le foto), si comporta molto responsabilmente, va molto d'accordo con l'ex della moglie e nudo al cinema non era affatto male dice la ragazza piacevolmente colpita dalla visione di un suo film.

A crazy family!
Lei però tutto sommato non sembra rattristarsene... anzi tutto il contrario!

Adoro l'American style! :D

Ale!

martedì 6 aprile 2010

lunedì 5 aprile 2010

Talented.



Scopro questo Sam Tsui prodotto da KurtHugoSchneider solo ieri sera grazie alle cugine alle quali a mia volta ho fatto scoprire Glee.
Di lui so poco, riesce a fare bellissime medley cover arricchite da un'interpretazione carismatica e impeccabile.
Vorrei avere un decimo del suo controllo o estensione vocale :D



Ale!

domenica 4 aprile 2010

Buona Pasqua



Da Ale e Lolò back from Florence!

Ps un bacio ai nostri meravigliosi amici nordici ma anche uno a tutti voi!

Ale!

venerdì 2 aprile 2010

Buona visione



Dando corso a voci che si sentivano da un po’, [Minzolini] ha deciso – subito dopo la vittoria del PdL alle regionali (una semplice coincidenza) – di rimuovere dalla conduzione tre volti noti: Tiziana Ferrario (edizione delle 20),
Paolo Di Giannantonio (13,30)
e Piero Damosso (mattino).

Sempre per una curiosa coincidenza, sono 3 di quelli che non hanno firmato la famosa lettera di sostegno al direttorissmo, quando esplose lo scandalo delle intercettazioni.

Nino Rizzo Nervo e Giorgio Van Straten, consiglieri di minoranza, parlano di epurazione e chiedono un intervento del presidente della Rai Paolo Garimberti. Anche il comitato di redazione del Tg1 definisce la decisione di Minzolini come “un precedente molto grave“ […].


Alle critiche risponde il direttorissimo Minzolini stesso: nessuna epurazione, “sono stati assunti diciotto precari, e per dare un segnale di cambiamento al Tg1 bisogna mostrare volti nuovi.” Il nesso sfugge, ma non importa. Il cambiamento è sempre importante.

E infatti eccolo il cambiamento, ecco i volti nuovi:
Francesco Giorgino (ore 20), fratello di Nicola, neosindaco del Pdl nel comune di Andria, e – ma che coincidenza – avvocato del direttorissimo Minzolini. Quello che era con lui mentre era al telefono a Trani e – secondo le indagini – dicono stesse rivelando il contenuto del suo interrogatorio. Francesco Giorgino, che fu rimosso dalla conduzione del Tg1 dal direttore Clemente Mimum, che non aveva gradito certe sue affermazioni ai tempi del panino, dei servizi con gli applausi taroccati: ha imparato la lezione, si vede.

E poi, ecco altri due volti nuovi:
Laura Chimenti al Tg1 delle 13,30 e Francesca Grimaldi alle edizioni del mattino.
Tutte e due anche questa una semplice coincidenza, dichiaratamente di centro destra. Perché condurre il Tg1 non è cosa che si può lasciar fare ai “comunisti”.


Un Tg1 che anche ieri sera era in splendida forma. 12 secondi e un cartello veloce per raccontare che i dati Istat dicono che in Italia la disoccupazione resta molto alta, e che è cresciuta enormemente quella dei giovani tra 15 e 24 anni, pari al 28%, molto al di sopra di quella europea. Ma c’erano dei validi motivi.
In scaletta, 4 servizi fondamentali, di 2 minuti ciascuno:
sulla rinascita di Via Montenapoleone, il salotto di Milano, con ben tre interviste a passanti e commercianti della zona;
i francesi che impazziscono per la pizza, ne mangiano ben 10 kg a testa all’anno, il doppio di noi italiani, con servizio del corrispondente da Parigi;
l’importanza di lavarsi bene le mani, con commento di due medici dell’igiene;
e infine, last but not least, la rimozione della statua di Manuela Arcuri sul lungomare di Porto Cesareo in provincia di Lecce, dopo 8 anni di polemiche delle mogli dei pescatori, con tanto di intervista all’Arcuri, affranta.


Lolò

Il figlio di Vasco e il grande cinema italiano.

Prima di mostrarvela vorrei un attimo introdurvi questa perla.
Se siete degli adoratori del cinema interpretato vissuto ed introspettivo, bhè questa clip non ve la potrete perdere.
Già dai primi secondi si percepisce la professionalità smisurata di questi attori che hanno investito anni nell'arte melodrammatica.
Se non ci fosse uno schermo di mezzo pensereste che la scena che state per vedere apparterrebbe al vostro reale.



Ovviamente ero ironico, ed ovviamente il figlio Gabriele Rossi è una piacevola sorpresa e un gran bel portamento!

Ale!